Esperienza di una allieva

esperienza-di-una-allieva

Successo, maestria, fantasia, stile sono le caratteristiche che ho riscontrato presso la SILVANA MONTI FASHION SCHOOL, l’istituto a cui mi sono iscritta due anni fa e che mi appresto a concludere, al termine del mio iter formativo, il luglio prossimo. Per me conseguire il diploma di stilista vuol dire realizzare un sogno che cullo fin da piccolissima… Ricordo infatti che fin dalla scuola elementare mi piaceva disegnare le persone e ideare i loro vestiti. Crescendo non ho abbandonato questa passione e ho continuato a disegnare da autodidatta. Terminati i miei studi universitari dopo esperienze lavorative in settori completamente diversi dal fashion, è ricomparso in me l’antico desiderio di diventare una stilista, scelta dettata anche dal desiderio di riprogettare la mia vita professionale con un titolo veramente spendibile sul mercato e che mi permettesse, eventualmente un domani di poter avviare una mia attività, grazie alle competenze non solo teoriche ma anche pratiche acquisite. Orientarsi nella scelta di quale scuola seguire, tra la miriade di offerte sul mercato, inizialmente sembrava cosa ardua, poi mi sono imbattuta, navigando in rete, con l’ISTITUTO SILVANA MONTI di Via Guerrazzi, 12 a Busto Arsizio (VA) e ho fissato un appuntamento con la direttrice della scuola, la Sig.ra Silvana Monti. Io avevo ben chiaro cosa cercavo, cioè una scuola dove si trasmettesse non solo un know- how teorico – comunque imprescindibile e fondamentale – ma soprattutto un saper fare, quel sapere pratico che fa della concretezza il suo obiettivo primario e che ha le sue radici nell’arte degli antichi mestieri che in passato l’allievo imparava presso la bottega dei maestri, diventando depositario dei saperi e dei segreti della professione che aveva scelto. Questo è stato il primo punto d’incontro poiché è anche uno degli obiettivi primari della scuola:trasmettere cioè quelle competenze che preparino veramente lo studente a 360°, per poter entrare nel mondo del lavoro, soddisfacendo ed affrontando le richieste reali di mercato. Molti pensano che fare lo stilista significhi esclusivamente fare un bel disegno… Progettare un vestito è in realtà un processo complesso e diverso il cui risultato finale è il disegno e non il processo inverso. Pensare un abito è anzitutto pensarlo modellisticamente. La modellistica, cioè la costruzione tecnica del capo da realizzare su cartamodello(che verrà poi trasferito su stoffa), è un po’ la “matematica” della moda, spesso lo studente la teme perché in realtà ne ignora i codici o si scoraggia alle prime difficoltà. Anch’io la temevo… Grazie alla mia docente, direttrice dell’Istituto ISM, ho imparato ad apprezzarla e vederla nella giusta ottica. La metodologia seguita, anche dalle docenti di fashion design e CAD è il learning by doing vale a dire l’apprendimento attraverso la pratica. Una strategia vincente poiché, gradualmente, lo studente impara davvero le tecniche del mestiere. Anche per la confezione dei capi (gonne, pantaloni, abiti) che i corsi di stilista e modellista prevedono. Abbiamo imparato non solo le tecniche sartoriali – vale a dire la progettazione di capi su misura cioè ad personam – ma anche quelle delle tecniche industriali tipiche della produzione in serie. Il sapere pratico, professionale viene trasmesso allo studente con maestria, competenza, precisione,professionalità:le mie docenti sono state pazienti e generose nell’elargire conoscenze, suggerimenti, consigli ancora più preziosi per chi, come me, ha una formazione differente da quelle artistica. Variegata è la provenienza degli utenti: oltre ai diplomati degli istituti d’arte e dei licei artistici c’è anche spazio per chi ha fatto altre scuole ma vuole acquisire le tecniche base per avviarsi a questa professione, o chi invece – già inserito nel mondo del lavoro dell’Industria Moda desidera approfondire le sue competenze o specializzarsi ulteriormente. La frequenza serale dei corsi mi ha permesso – all’ultimo anno – di frequentare, di giorno, uno stage presso una ditta del settore dove ho avuto modo di applicare le conoscenze acquisite e di apprenderne altre. Tra i vantaggi della scuola, a mio avviso non indifferente, c’è la possibilità di iscriversi in qualsiasi momento dell’anno poiché i corsi sono strutturati e studiati in base alle singole necessità dello studente.

Angela Corio